giovedì 16 luglio 2015

Frozen yogurt all'albicocca (senza lattosio)

Sarà che non ho molta voglia di studiare o che più probabilmente manco dal blog da pasqua (e i sensi di colpa si fanno sentire, nè!)...comunque ho deciso di provare una ricetta veloce, fresca, senza troppe calorie - rispetto al comune gelato - e poi con la frutta, che in questo periodo sbafo con avidigia, come direbbe Abatantuono.
Da piccola, con evidente orrore di mia madre, prendevo sempre il gelato limone e cioccolato, ma in una particolare occasione, a casa di un'amica, ho assaggiato il gelato all'albicocca, preparato da Luisa, sua mamma, con i frutti "ruspanti" dell'albero del loro giardino. Una vera scoperta! Molti anni più tardi, quando ho finalmente acquistato la gelatiera, é stato ovviamente il primo gelato sperimentato. Quindi, quando ho visto la ricetta del frozen yogurt al mango di Marta e Mimma, ho pensato immediatamente di declinarlo con le albicocche. Il gusto è decisamente più delicato di quello del solito gelato, ma sicuramente più dissetante perché privo di panna...e sensi di colpa (quelli, con me, si sa, ritornano sempre!).



























Ingredienti
350g polpa di albicocche
350g yogurt cremoso senza lattosio
2-3 cucchiai sciroppo d'acero (sostituibili con miele d'acacia/di agrumi)


Procedimento
1. lavate e ascigate bene le albicocche, levate il nocciolo e tagliatele a pezzetti; congelatele per un'intera notte in freezer;
2. unite lo yogurt cremoso, la frutta congelata e un paio di cucchiai di sciroppo d'acero e frullateli; eventualmente aggiustate il sapore con altro sciroppo d'acero. E' possibile usare il miele al posto dello sciroppo d'acero, ma attenzione alle quantità; il potere dolcificante del miele è diverso!

10 commenti:

  1. cara Chiara, che piacere vedere anche da te questo gelato!! io, da piccola, ero una grandissima mangiatrice di gelato al pistacchio, di certo non il gusto più leggero di tutti, eh.. con il tempo me ne sono un po' stufata e ho optato per un gusto più fresco e dissetante come il gelato allo yogurt o, ancora, quello alla frutta. quando quindi ho visto il frozen yogurt col mango e il mio tanto amato sciroppo d'acero (che se solo non costasse un milione potrei berne una boccetta al giorno..) mi sono detta che avrei dovuto provarlo a tutti i costi: una volta assaggiato, ho capito che non sarei mai più potuta tornare indietro al gelato allo yogurt della gelateria. Più fresco, più buono, più bilanciato e anche, diciamocelo, più salutare! leggendo il tuo post mi è venuta questa strana idea, di provare a togliere la frutta e mettere qualche cucchiaio di pasta pura di pistacchio (di bronte, rigorosamente!!), chissà cosa ne uscirebbe fuori... nel frattempo, ti dico che ho delle albicocche surgelate che aspettano da un bel po' di trasformarsi in gelato e, vedendo il colore del tuo, ho una grande voglia di prepararlo immediatamente!!
    grazie mille, un bacio grande:-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao...che idee mi dai: ho della pasta di mandorle e della pasta nocciole bio che da un po' aspettano di essere usate! Però forse lì aggiungerei del miele di acacia, più economico e neutro nel gusto rispetto allo sciroppo d'acero, che anch'io centellino scrupolosamente.
      Ho in freezer del mango: aspetto di sbafarmi anche quello sotto forma di gelato; non l'avevo mai assaggiato e mi piace parecchio.
      Ri-ri-grazie per le dritte e a presto :)

      Elimina
  2. E' un bel ritorno questo Chiara! Ti aspettavo :)
    Un ritorno fresco, che sa di albicocche belle mature e dolci, che è morbido e si scioglie in bocca, che non ti fa nemmeno sentire in colpa per le troppe calorie ingerite!
    Io un po' del tuo frozen yogurt lo assaggio, ci sta proprio bene con la calura di questi giorni! Hai fatto bene a sperimentare questa versione!
    Nel frattempo che attendo di leggerti ancora, ti auguro un buon quasi fine settimana!!! a presto, Silvia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Silvia! Finalmente ce l'ho fatta!
      Non potevo tornare in modo diverso: mi sto sciogliendo in questa bella estate padana O_O
      Mi sa che di questi gelatini veloci e indolore non farò più a meno...ho "qualche" chiletto da perdere.
      Buon quasi fine settimana anche a te, il mio molto probabilmente lo passerò sui libri, ma facendo il conto alla rovescia per la discussione della tesi.
      A presto
      Chiara :)

      Elimina
  3. Grazie a questa breve pausa tra un esame e l'altro hai trovato il tempo di farmi scoprire questa bella ricetta. Perfetta per i 40* di oggi! Sono certa che mangiando il gelato il tuo studio sará più produttivo ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Deb! Sono talmente stufa di studiare che ogni attività acquista un fascino particolare, persino lavare i piatti! Quindi prepararmi un gelatino è stata una vera è propria goduria, anche per mitigare un po' il caldo atroce di questi giorni.
      Baci :*

      Elimina
  4. A me piace unire le cose belle e allora posso optare per una versione con mango e albicocca insieme! ;-) Lo sai che credo di non essere mai venuta qui prima di oggi? Quindi grazie per avermi lasciato il commento e trovare una ricetta di Marta e Mimma è un punto in più positivo! ;-)
    Buone foto, piano piano... la luce buona c'è già, sai? :-)

    RispondiElimina
  5. Grazie mille Francesca, per le foto vedrò di perseverare allora, se già qualcosa di buono c'é! A presto spero :)

    RispondiElimina
  6. Io l'ho fatto con i frutti di bosco...delizioso! ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mh! Frutti di bosco...interessante. Aggiunti all'elenco!

      Elimina