lunedì 27 gennaio 2014

Pane semintegrale ai semi misti

Da un po' di tempo ho preso l'abitudine di produrre il pane: per me è ormai un rito, quindi il sabato pomeriggio, sola soletta a casa, mi preparo ad impastare. Il rito diventa necessario perchè mi aiuta a scaricare i nervi e benché io possieda una meravigliosa planetaria da circa 3 anni, quando il mio livello di stress arriva al culmine, impasto a mano, solitamente con il metodo francese.
L'impasto dello scorso sabato è del tipo diretto con lievito di birra: in realtà prediligo il metodo indiretto, ma questo venerdì mi sono dimenticata di fare la biga...sarà per la prossima volta. Il lievito di birra inoltre è del tipo secco (liofilizzato) per due motivi: evitare l'impiego di lievito fresco mal conservato e soprattutto scongiurare l'eventualità, per niente remota, di dimenticarmi dei panetti di lievito fresco: piccoli villegianti in qualche ameno sportello del frigo!
Vorrei precisare che i miei sono esperimenti, mi sto un po' alla volta informando, attraverso la lettura di testi specifici e di blog molto molto affidabili (questo e questo) che sicuramente conoscerete. Inoltre, vorrei lanciarmi nelle braccia del lievito madre, ma per timidezza o paura, questo passo non l'ho ancora fatto.